Come risparmiare sull’energia elettrica di casa

53
Risparmiare sull energia elettrica

Come risparmiare con la bolletta luce in casa

Come risparmiare sulla corrente in casa? Si può fare qualcosa di concreto per ridurre i consumi e quindi anche le spese sull’energia elettrica? Quest’ultima rappresenta sicuramente una voce di spesa importante e non sempre vengono presi accorgimenti per limitarne il consumo. È dunque fondamentale prendere consapevolezza dei modi per migliorare il nostro rapporto con il consumo, preservando l’ambiente e limitando le emissioni nocive. Vediamo quindi quali sono i consigli sulla gestione della casa, indispensabili per adottare, tra gli altri, comportamenti che incidono su un consumo consapevole di energia elettrica.

Differenza tra ”spegnere” e ”lasciare in stand-by”

Sebbene sembri scontato, il primo accorgimento basilare è quello di spegnere i dispositivi quando non si utilizzano. Molti pensano che lasciare un televisore o un computer in stand-by equivale a dire di averlo spento. Al contrario, lo stato di stand-by richiede, seppur in minima quantità, un consumo di energia elettrica: ad esempio, un lettore CD in funzione consuma circa 15 watt; quando invece viene messo in stand-by, ne consuma 11.
È indispensabile, dunque, che si controlli lo stato di tutti gli elettrodomestici quando non li stiamo usando.
A riguardo, non tutti sanno che lasciare un utilizzatore (es. caricabatterie del cellulare) attaccato alla presa della corrente quando non lo si sta utilizzando, porta comunque ad un consumo di corrente che si potrebbe evitare.

Preferire elettrodomestici e lampadine a basso consumo


Gli elettrodomestici sono indispensabili nella vita di tutti i giorni ma, per il loro grande consumo di energia, è consigliabile investire piuttosto su elettrodomestici di classe A+++: se da una parte andrete a spendere 300/400 euro in più rispetto a uno di classe C (una classe più bassa), dall’altra il risparmio sulla bolletta è assicurato! Infatti, un apparecchio di classe A+++ comporta una spesa di circa 500 euro, grazie ai suoi consumi inferiori, mentre uno di classe C ne richiede circa 1.400. Un risparmio di 900 euro che farà felice anche l’ambiente!
Lo stesso accorgimento vale anche per l’illuminazione: lampadine LED o fluorescenti riducono drasticamente il consumo di energia, rispetto ad esempio a quelle a luce alogena, garantendo un risparmio dell’80% paragonandole a queste ultime. Da ultimo, non accendere le luci in pieno giorno se l’illuminazione nell’abitazione è sufficiente.

Consigli per l’uso corretto degli elettrodomestici in casa.

Come già detto, il consumo elettrico degli elettrodomestici rappresenta una delle spese più ingenti circa le bollette da pagare. Per risparmiare sulla bolletta, è opportuno, quando possibile:

  • Utilizzare i condizionatori solo nel periodo estivo, evitando di impostare una temperatura troppo bassa;
  • Preferire un forno a microonde piuttosto che quello elettrico;
  • Spegnere l’aspirapolvere quando ci si sposta da una zona all’altra della casa, evitando di utilizzarlo alla massima potenza;
  • Limitare l’uso del bollitore elettrico e dello scaldabagno, che incidono molto sul consumo di energia elettrica;
  • Abbassare la temperatura del lavaggio della lavatrice a 60°, risparmiando circa 3 euro a bolletta e ottenendo risultati uguali a quelli di un ciclo a 90°. Cercare inoltre di utilizzare la lavatrice (come anche una lavastoviglie), a pieno carico, per evitare di fare più lavaggi;
  • Ridurre i tempi di asciugatura, se si possiede un’asciugatrice.

Provare gli impianti fotovoltaici.


Le fonti di energia rinnovabili sono risorse ecocompatibili e hanno un ruolo di primaria importanza nell’economia domestica, dal momento che vi permetteranno di tagliare le spese per l’energia elettrica grazie a detrazioni fiscali previste dallo Stato. Queste ultime comprendono una riduzione dell’IVA dal 22% al 10% e un rimborso annuale in dieci anni.
Grazie ai pannelli fotovoltaici classici si può ottenere un buon risparmio energetico, con una conseguente riduzione dei consumi e un maggior comfort abitativo. Scegliere fonti di energia rinnovabili è sempre una buona idea, purtroppo non condivisa da molti, a causa di prezzi più elevati.
Dando retta a questi suggerimenti, vi sarà garantito un risparmio sulla bolletta luce. Risparmiare sull’energia elettrica non è altro che la scelta più saggia che possiate fare: portafoglio e ambiente ringrazieranno!