Certificazione EMAS

335
Certificazione EMAS

Gli obiettivi di sostenibilità e minimizzazione dell’impatto ambientale sono all’ordine del giorno nelle agende politiche internazionali. Per le aziende, migliorare le prestazioni ambientali è ormai diventata una necessità prioritaria. La Commissione Europea ha perciò sviluppato ed introdotto la certificazione EMAS, uno strumento di gestione di carattere volontario. Permette alle imprese di valutare e migliorare le prestazioni ambientali comunicando i risultati.

Nel corso del tempo, il regolamento EMAS è stato più volte modificato ed aggiornato. Si contano tre versioni: regolamento 1836/1993, 761/2001 e 1221/2009. Quest’ultimo è il regolamento attualmente in vigore seppure, dopo la pubblicazione della norma ISO 14001, abbia subito nel 2017 ulteriori revisioni per adeguarsi a questa norma internazionale.

Come funziona? Quali sono gli obiettivi ed i vantaggi di questa certificazione? Per ottenerla noi consigliamo di affidarsi a professionisti che operano nel settore della certificazione ambientale come Sistemi & Consulenze.

Certificazione EMAS: una scelta per migliorare l’efficienza ambientale

La sigla EMAS è l’acronimo di Eco-Management and Audit Scheme, traducibile in ‘sistema di ecogestione e audit’. Già dal nome, è facile intuirne gli obiettivi: gestione dell’ecosistema e costante monitoraggio delle prestazioni ambientali.

Tutte le aziende e le organizzazioni (pubbliche e private), all’interno e al di fuori del territorio UE, possono aderire al regolamento comunitario EMAS, un sistema di gestione ambientale che fornisce e pubblica i risultati delle loro performance ambientali.

L’adesione a questo programma è su base volontaria: le aziende che intendono valutare, gestire e perfezionare la propria efficienza ambientale scelgono di aderire al regolamento ottenendo la certificazione EMAS.

Certificazione EMAS: il triplice obiettivo

Aderire al regolamento EMAS significa per le imprese ottenere una gestione in costante miglioramento dell’impatto ambientale nei processi aziendali allo scopo di raggiungere la sostenibilità.

Il triplice obiettivo della certificazione EMAS comprende:

  • prestazioni ambientali destinate a migliorare grazie alla valutazione ed alla riduzione dell’impatto ambientale;
  • credibilità a seguito della registrazione a EMAS;
  • trasparenza, visto che vengono divulgati pubblicamente i risultati sulle prestazioni tramite una dichiarazione ambientale.

I vantaggi per l’impresa che aderisce al regolamento EMAS

EMAS è, attualmente, lo strumento più avanzato di cui possono disporre le imprese per comunicare ai propri stakeholder la loro efficienza ambientale.

La certificazione riconosce e premia le organizzazioni che rispettano le regole e si impegnano  a raggiungere la sostenibilità ambientale. Rappresenta uno dei più importanti indicatori di qualità e sostenibilità ambientale, che garantisce il rispetto delle normative di riferimento.

L’azienda, oltre a far crescere la sua efficienza, ci guadagna in prestigio, credibilità, fiducia, reputazione e non solo.

Sono numerosi i vantaggi concreti per l’azienda:

  • riduzione dei costi grazie all’adozione di tecnologie più pulite ed all’ottimizzazione delle risorse;
  • probabilità ridotte di eventi dannosi per l’ambiente;
  • diminuzione del carico burocratico;
  • maggiori possibilità per le piccole imprese di accedere ai finanziamenti;
  • rivalutazione ed incremento del valore patrimoniale per la corretta gestione ambientale.

Come si ottiene la certificazione EMAS e chi la rilascia?

Ai fini del rilascio della certificazione EMAS, l’audit deve verificare che l’SGA (Sistema di Gestione Ambientale).sia efficace, operativo e conforme alla legislazione ambientale vigente. E’ necessario controllare anche la disponibilità della Dichiarazione Ambientale (DA) conforme al regolamento che verrà convalidata da un ente terzo accreditato. Nella DA vengono riportati dati ed informazioni salienti sull’organizzazione in riferimento agli impatti ambientali. Il Regolamento CE 1221/09 ha introdotto indicatori chiave relativi ad efficienza energetica, efficienza dei materiali, rifiuti, acqua, emissioni, biodiversità.

In Italia, il rilascio della certificazione EMAS è di competenza del Comitato Interministeriale per l’Ecolabel e l’Ecoaudit. Collaborano con questo comitato l’ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale) e diverse Agenzie Provinciali (APPA) e Regionali (ARPA) per la Protezione dell’Ambiente.

Le imprese che ottengono la registrazione vengono inserite in un apposito elenco nazionale.